Clinica Urologica Policlinico di Modena

Home
Scritto da Administrator   
martedì 20 gennaio 2009
Home Page

 Benvenuti nel sito web della Clinica di Urologia del Policlinico Universitario di Modena. Qui troverete informazioni sulla struttura, sul personale medico e paramedico, ma soprattutto su quella che è la nostra attività clinica, diagnostica, chirurgica, nonché su quello che è il nostro impegno didattico e di ricerca scientifica. Non esitate a contattarci in caso di dubbi o necessità.


Prof. Giampaolo Bianchi

 

Introduzione

L’unità operativa di Urologia dell’Azienda Ospedaliera “Policlinico di Modena”, è diretta dal Prof.Giampaolo Bianchi dal novembre del 2000. Il suo organico è composto, da 13 medici specialisti e  14 medici in formazione specialistica. E’ organizzata in una struttura complessa e suddivide la sua attività assistenziale tra il Reparto, il Day Hospital, l’attività ambulatoriale e diagnostica, fornendo ogni anno circa 2.000 procedure terapeutiche con ricovero e circa 15.000 prestazioni ambulatoriali.

 


Degenza

Il Reparto di recente realizzazione, dispone di 24 posti letto suddivisi in camere da 2 posti letto, e dispone ricoveri in elezione, per i pazienti candidati ad interventi chirurgici, ed in regime di urgenza, previo accesso dal Pronto Soccorso dell’Ospedale o dopo valutazione del medico specialista di Guardia.

 

Ogni anno vengono ricoverati presso il reparto circa 1.500 pazienti (di cui il 12% extra-regione) con un totale di oltre 8200 giornate di degenza.

 


Ambulatori

L’attività ambulatoriale comprende l’attività di “Prima Visita” nonché i controlli e l’attività diagnostica strumentale. Complessivamente vengono erogate circa 50 prestazioni giornaliere, per un totale di più di 15.000 visite l’anno.

 


Chirurgia

L’attività chirurgica si svolge in 3 sale operatorie appositamente realizzate e dotate degli ultimi ritrovati in campo tecnologico, con personale paramedico specializzato nella chirurgia urologia nonché endoscopica e laparoscopica. Annualmente, nelle 14 sedute settimanali presso il Nuovo Ospedale Civile Sant Agostine Estense di Baggiovara, vengono eseguiti oltre 1500 interventi chirurgici, di cui il 15-20%% in regime di Day Surgery.

L’attività chirurgica comprende la chirurgia tradizionale “a cielo aperto”, la chirurgia endoscopica, la microchirurgia,la laparoscopia e la chirurgia robotica. Tra le nuove tecnologie a disposizione, oltre agli strumenti endoscopici flessibili a fibre ottiche, il Laser ad Olmio, il Laser Tullio Yag ed il Lithoclast ad energia Balistica ed Ultrasuoni combinata per il trattamento della calcolosi urinaria, la nostra Unità operativa è dotata del Robot Da Vinci, una delle piattaforme più evolute per la chirurgia mini-invasiva presente ad oggi sul mercato.


Attività didattica

La Cattedra di Urologia di Modena forma ogni anno dai due ai quattro specialisti in urologia. Attualmente sono iscritti alla Scuola di Specializzazione 14 medici specializzandi. I medici in formazione specialistica sono medici chirurghi che stanno apprendendo nozioni specialistiche. Hanno a disposizione il supporto dei colleghi specialisti con maggiore esperienza, dai quali sono costantemente supervisionati e istruiti. Presso la Scuola di Specializzazione in Urologia di Modena i futuri Urologi hanno inoltre a disposizione un moderno laboratorio di Laparoscopia dove possono esercitarsi ed apprendere sul manichino chiamato “Pelvic Trainer”.

La cattedra di Urologia ha un ruolo attivo nella formazione dei futuri Medici e del personale paramedico professionale, difatti il Prof. Giampaolo Bianchi ed il Prof. Salvatore Micali, sono docenti presso il Corso di Laurea a Ciclo Unico in Medicina e Chirurgia, il Corso di Laurea triennale in Scienze Infermieristiche ed il Corso di Laurea triennale in Ostetricia. Questi corsi sono attivi presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

 

Gli studenti dei vari corsi possono apprendere la Semeiotica Medica e Chirurgica e le Patologie dell’apparato Urinario e Genitale Maschile tramite le Lezioni Frontali nonché con un’attività pratica in corsia, in ambulatorio ed in sala operatoria.

 


Ricerca scientifica

I  campi di ricerca in cui la clinica sta investendo le maggiori risorse riguardano la calcolosi urinaria, il carcinoma prostatico, le neoplasie renali,  il carcinoma vescicale e le terapia endovescicali.
In collaborazione con la clinica dermatologica, inoltre, si eseguono dissezioni dei linfonodi inguinali e pelvici (per via laparoscopica) nel trattamento del melanoma degli arti inferiori.

Grande interesse è rivolto all’utilizzo delle cellule staminali negli interventi complessi di ricostruzione dell'uretra.

Si stanno rivelando molto interessanti gli studi svolti nel campo della proteomica, soprattutto nella ricerca di un marcatore più efficace del PSA nell’individuare le neoplasie prostatiche.

Infine, recentemente, essendo il nostro centro uno dei pochi in Emilia Romagna che esegue routinariamente chirurgia robotica in Urologia, la Regione ha riconosciuto un finanziamento atto a valutare i risultati oncologico-funzionali di questa tecnica.

 


Day Hospital e ambulatori urologici

In regime di Day Hospital vengono eseguite circa 100 sostituzioni di nefrostomie (mono o bilaterali) all’anno, ed in regime ambulatoriale sono effettuati circa 150 cicli di instillazioni di chemioterapici endovescicali  per i tumori superficiali della vescica all’anno.

Inoltre presso gli ambulatori Polispecialistici del Policlinico di Modena (ingresso 1, piano 4) vengono fornite diverse prestazioni fra cui esecuzione di Cistoscopie, Biopsie prostatiche trans-perineali, Eco-Doppler penieno scotali e litotrissia extra-corporea di calcolosi reno – ureterale (ESWL).

 

Sempre in regime ambulatoriale, sia presso gli ambulatori urologici del NOCSAE (stanze 88-90 del poliambulatorio 3) che presso gli analoghi ambulatori del Policlinico, vengono eseguite prime visite urologiche/andrologiche, controlli peridodici di follow-up e medicazioni post-intervento.

 


Master e corsi

Presso la Cattedra di Urologia si è tenuto il primo master universtario di secondo livello sulla Chirurgia Robotica".

Ultimo aggiornamento ( venerdì 30 dicembre 2016 )